fbpx

Web Designer & Developer

A chi è rivolto

Dai 16 ai 29 anni

Durata del corso

200 ore (60 in aula e 140 in laboratorio)

Attestazione finale

Attestato di Frequenza con profitto

Bonus

Fino a 500€

Descrizione ambito

Se in Italia Internet e le applicazioni che lo utilizzano fossero diffuse tanto quanto lo sono in Francia, si avrebbero 200mila nuovi posti di lavoro in più nella fascia di età tra i 15 e i 64 anni, di cui centomila solo nella fascia di età tra i 15 e i 24 anni. Gli outcomes di alcune ricerche dimostrano come negli ultimi 15 anni in Italia siano stati creati circa 700mila posti di lavoro connessi al web: il 70 per cento è direttamente collegato a Internet, sia nei settori altamente digitalizzati come ad esempio le Tlc, sia nei settori più tradizionali come l’ICT nel settore bancario; il restante 40 per cento è costituito dai cosiddetti posti di lavoro indotti, creati cioè in tutte le aree economiche che contribuiscono in maniera indiretta all’economia digitale. In altri termini, la crescita dell’economia digitale consente, stando agli analisti, la discussione di occupazione creandone di nuova. A testimonianza di tutto ciò in Europa, in tutti i settori, i posti di lavoro nati grazie al web sono stati in media 2,6 per ogni posto eliminato. E nel nostro paese la media decresce ma resta comunque positiva: 1,8 posti di lavoro creato per ogni posto perso. Per effetto della creazione di nuovo lavoro, l’economia digitale, rileva uno studio presentato alla Luiss, ha finora contribuito alla nascita di 320 mila nuovi posti di lavoro. La digitalizzazione rappresenta il motore di cambiamento per l’Italia e coinvolge tutti: i cittadini, le imprese, la società civile, la pubblica amministrazione e le scuole, insieme ai settori dell’ambiente e dell’edilizia. In Puglia si sono poste le basi di un piano strategico che ha diversi obiettivi importanti: ‘ il rafforzamento delle capacità competitive del sistema produttivo in grado di coniugare il saper fare e la creatività del nostro territorio con l’uso sapiente delle tecnologie; ‘ la valorizzazione dei talenti e delle competenze come fattore chiave del cambiamento; ‘ il sostegno alle emergenti sfide sociali e ambientali che richiedono politiche pubbliche più intelligenti, ovvero capaci di mettere in connessione fabbisogni del territorio e innovazioni di prodotti/servizi; ‘ la diffusione della digitalizzazione come acceleratore della ‘intelligenza’ delle comunità locali e diffuse e strumento per l’open government; ‘ la creazione di reti lunghe di connessione per facilitare la circolazione dei saperi anche oltre la dimensione territoriale. Le imprese pugliesi del settore ICT si sono mosse, negli ultimi anni, in una prospettiva di sviluppo mirato a dar loro autonomia e capacità di produrre servizi a maggiore valore aggiunto e spendibili su nuovi mercati. Il tessuto imprenditoriale in ambito ICT nella Regione Puglia è rappresentato da n. 366.367 imprese attive (1 per ogni 11 abitanti), per la maggior parte piccole, vitali e dinamiche. A gennaio 2010, la Regione Puglia ha riconosciuto in modo definitivo il Distretto Produttivo dell’Informatica, che coinvolgendo numerose imprese piccole, medie e grandi, i principali centri di ricerca e università, oltre ad Associazioni di categoria e sindacali, Enti locali e associazioni pubbliche e private, vuole essere un ‘luogo-comunità in grado di attrarre i migliori cervelli e nuovi capitali, riconoscibile nel panorama internazionale del Software come Servizio, con le proprie Applicazioni Gestionali di Impresa’.

Descrizione figura

Progetta e sviluppa applicazioni e portali dinamici partendo dall’analisi delle esigenze del cliente o del committente del software. La figura professionale è caratterizzata da una approfondita conoscenza dell’informatica ed in particolare della componente software, con una forte specializzazione in uno o più linguaggi od ambienti di programmazione con particolare riferimento a quelli di DBM e WebOriented. Possiede spiccate capacità di analisi e di rappresentazione della realtà, oltre a buone capacità di relazione con il cliente o l’utente finale dei programmi software. E’ in grado pertanto di progettare e sviluppare i siti dinamici e gli applicativi cloud curando tutte le fasi, a partire dall’analisi dei requisiti per arrivare fino al testing finale ed alla consegna ed installazione presso il cliente finale.

Obiettivi di apprendimento (Competenze in uscita)

Il percorso Web Designer&Developer è indirizzato a coloro che dovranno gestire il design e l’usabilità di un applicazione web cloud 2.0, ma soprattutto approfondisce lo sviluppo di siti dinamici con la gestione di database utilizzando linguaggi di programmazione web oriented.
L’utilizzo di software professionali quali Photoshop e Dreamweaver garantiranno una preparazione settoriale avanzata. Lo studio del linguaggio script HTML e dei fogli di stile (CSS) aumenteranno notevolmente il livello di preparazione che gli allievi raggiungeranno alla fine del percorso.
Lo studio di PHP e di MySQL, permetterà di creare siti web dinamici che consentiranno l’interazione con gli utenti e la gestione di database on-line.
Si porrà particolare attenzione a quest’ultima sezione in quanto lo sviluppo di applicazioni web, impone che i contenuti di una applicazione siano costantemente aggiornati e che possano integrarsi con fonti dati esterne, ad esempio database, o che il loro aspetto muti in funzione di condizioni particolari al fine di garantire una migliore leggibilità. PHP è il linguaggio di scripting interpretato, con licenza Open Source, Web Oriented usato per la costruzione di pagine web dinamiche. Si può utilizzare per i più svariati tipi di progetti, dalla semplice home page dinamica fino al grande portale. Consente di interagire con i database di MySql, con tutti i vantaggi che tale sistema mette a disposizione gratuitamente permettendo: di creare delle aree riservate con accesso tramite ID e Password, di presentare moduli di registrazione e di gestire le informazioni inserite, per creare un e- commerce, per creare applicazioni gestionali che funzionino via web, ecc.
Inoltre verranno trattati trasversalmente argomenti che vanno oltre le
nozioni sugli applicativi che costituiscono il percorso. Molto risalto verrà dato all’usabilità e all’accessibilità dei siti web, prendendo in considerazione gli standard internazionali che regolano le modalità di costruzione di un sito web, così come verranno accennate le regole che tutelano il copyright per l’utilizzo di testi e immagini sul web ed evitare di andare incontro a gravi sanzioni. Inoltre saranno affrontati tutti gli aspetti pratici che un web designer deve affrontare, dall’acquisto del dominio alla pubblicazione on-line del proprio lavoro. Un percorso formativo dunque molto pratico che cerca di far scoprire come i diversi applicativi interagiscono tra loro aiutando il web designer nella realizzazione di un sito web dinamico funzionale e di grande impatto. Molto interessante la sezione SEO (Search Engine Optimization) nella quale verranno illustrati i criteri di indicizzazione dei siti sui motori di ricerca.
La parte finale Start to Job spiegherà tutte le procedure da seguire per iniziare una nuova attività lavorativa in proprio, quali sono le operazioni burocratiche da effettuare e i consigli per cominciare la tua nuova professione

Struttura del percorso e Contenuti formativi

  • Conoscere l’area di lavoro
  • Correzioni fotografiche di base
  • Lavorare con le selezioni
  • Nozioni di base sui livelli
  • Correggere e migliorare le fotografie digitale
  • Maschere e canali
  • Lavorare con il testo
  • Tecniche di disegno vettoriale
  • Composizione avanzata
  • Modifica di un video
  • Dipingere con il pennello miscela colori
  • Lavorare con le immagini 3D
  • Preparare i file per il Web
  • Produrre e stampare colori coerenti
  • Personalizzare l’area di lavoro
  • Fondamenti dell’HTML
  • Fondamenti del CSS
  • Creare un layout di pagina
  • Utilizzare i fogli si stile CSS
  • Utilizzare i modelli
  • Testo, elenchi e tabelle
  • Lavorare con le immagini
  • Impostare la navigazione
  • Aggiungere l’interattività
  • Utilizzare animazioni e video sul web
  • Lavorare con i moduli
  • Pubblicare sul Web
  • Progettazione per dispositivi mobili
  • Che cos’è HTML?
  • Nozioni di base su HTML
  • Utilizzare elenchi e sfondi
  • Creare collegamenti ipertestuali e punti di ancoraggio
  • Fogli stile e immagini
  • Formattare il testo con i fogli stile
  • Formattare i paragrafi con i fogli stile
  • Visualizzare le immagini
  • Layout di pagina e navigazione
  • Creare layout basati su Division
  • Creare tabelle
  • Formattare tabelle
  • Creare form utente
  • Incorporare suoni e video
  • Inserire JavaScript e contenuto esterno
  • Fruibilità di un sito Web
  • Accessibilità di un sito Web
  • Tag aggiunti e rimossi in HTML5
  • Web server e database MySQL
  • Concetti Generali
  • Stile di programmazione
  • Strutture di contenimento dei dati
  • Gestire l’output degli script PH
  • La logica condizionale
  • Le operazioni ripetitive Strutture dati complesse
  • Array
  • Riutilizzare il codice PHP
  • Le funzioni per la gestione delle variabili
  • Le funzioni per la gestione delle stringhe
  • Le funzioni per la gestione delle strutture complesse di dati
  • Le funzioni per la gestione delle date
  • Le funzioni personalizzate
  • Invio email in PHP
  • Recupero dati da un modulo
  • Controllo dei dati di un modulo Il mantenimento di informazioni in PHP
  • Le sessioni Il database MySQL
  • Come amministrare il database MySQL
  • Gestione del database MySQL Interazione con il database MySQL
  • PHP e MySQL

Workshop Start to Job

  • Durante il workshop saranno illustrate le diverse tipologie aziendali, gli aspetti fiscali, gli oneri e gli obblighi che dovranno affrontare coloro che vogliono intraprendere un’attività nel mondo del web o della grafica.

Modalità di valutazione finale degli apprendimenti

La valutazione degli apprendimenti sarà coerentemente strutturata in funzione delle competenze (conoscenze e capacità) che si vogliono rendere evidenti e in funzione dei contenuti formativi sviluppati all’interno del percorso formativo; sarà una verifica della professionalità intesa come abilità, conoscenza e capacità del soggetto di inserirsi attivamente nella realtà socio-economica in termini di comprensione e partecipazione all’ organizzazione del processo produttivo.

Una completa verifica del grado di professionalità, raggiunto al termine dell’ intervento formativo, richiede che le prove ‘pratiche’ vengano riferite a concrete situazioni di lavoro.

La prova sarà suddivisa in più fasi:

A. Fase preparatoria

In questa fase la commissione si incontrerà per la condivisione di procedure e delle indicazioni per la progettazione delle prove che saranno appositamente progettate per valutare il livello di competenze acquisite. Saranno identificati gli indicatori da osservare e le loro modalità di messa in trasparenza in riferimento della prova valutazione e sarà prevista la durata della prova, compresa in un range che va dalle 3-6 ore in funzione della complessità della prova.

B. Fase di Esame

La prova di valutazione sarà strutturata su una :

‘ prova tecnico-pratica (simulazioni, role playing, ecc.)
‘ colloquio: Il colloquio è strutturato sulla base della presentazione da parte dell’allievo di un elaborato personale, sotto forma scritta o multimediale, attinente alle tematiche del proprio settore professionale /progetto di vita lavorativo.

C. Fase di valutazione finale

Al termine delle prove, la Commissione si riunirà per la valutazione finale. La valutazione e la determinazione finale di un punteggio sarà dato sulla base dei risultati delle prove di accertamento delle competenze acquisite. La valutazione si tradurrà in un giudizio complessivo espresso, a maggioranza, dalla Commissione per ciascun allievo e sarà successivamente verbalizzata. L’attestazione del superamento della prova e le informazioni emerse in sede valutativa saranno successivamente attestate nella Dichiarazione di Competenze.

Fabbisogno occupazionale

Le prospettive occupazionali sono piuttosto buone, in particolare per chi unisce ottime capacità di analisi ad una approfondita conoscenza tecnica. Gli sbocchi occupazionali più frequenti sono presso software house, aziende pubbliche o private, pubbliche amministrazioni. In Puglia le proiezioni di lavoro nel settore risultano di interesse. Si presenta una percentuale di irreperibilità di professionisti che possano vantare queste competenza pari al 89%, mentre si registra una richiesta di tali competenza in aziende di piccola e media dimensione pari al 77%. Le professionalità che vengono richieste rientrano in una fascia di età che è mirata per il 88% ricadente tra i 19 ‘ 29 anni con anche titolo di entrata di diploma o maturità.

Contattaci

Lasciaci i tuoi contatti per ulteriori informazioni. Verrai ricontattato al più presto!

Sii il primo ad aggiungere una recensione.

Accedi per lasciare una recensione